DESCRIZIONE

Tricomoniasi

DESCRIZIONE

Si tratta di una infezione a trasmissione sessuale molto contagiosa, che colpisce soprattutto le donne e il loro apparato uro-genitale. Il contagio può avvenire o per via diretta, attraverso un rapporto sessuale, o per via indiretta, cioè dal contatto con indumenti infetti, asciugamani, toilette contaminate e lenzuola. La via sessuale è comunque di gran lunga la più comune.

Quali sono le cause?

La causa è l’infezione scatenata da un protozoo, chiamato trichomonas vaginalis.

Quali sono i sintomi?

Nelle donne i primi sintomi sono perdite vaginali giallo-verdastre e maleodoranti. Può esserci anche irritazione della vulva. In alcuni casi i sintomi sono molto lievi. È molto rischiosa, se viene contratta in gravidanza. Durante la gestazione infatti può portare a un parto pretermine, al basso peso alla nascita del neonato e anche la rottura prematura delle membrane.

Nell’uomo è generalmente asintomatica.

La prevenzione

La prevenzione si attua con l’uso del preservativo.

Diagnosi

Si procede di solito a un’analisi con microscopio del secreto vaginale, al quale si accompagna anche un esame immediato dello striscio vaginale prelevato. Sull’uomo si prescrive un tampone uretrale o un NAAT, test di amplificazione dell’acido nucleico, sullo sperma.

Quali sono le terapie?

Sono principalmente farmacologiche, con la prescrizione di nitroimidazolici. Si consiglia di far seguire la terapia anche al partner. I rapporti sessuali vanno eliminati fino alla perfetta guarigione di entrambi. Il rischio di ricadute è molto elavato, quindi si consiglia un controllo entro tre mesi dalla prima terapia.

(Visited 59 times, 1 visits today)

Video correlati