DESCRIZIONE

Esame del fondo dell’occhio

DESCRIZIONE

Si chiama anche fundus oculi ed è l’esame della parte dell’occhio che si trova dietro all’iride e al cristallino. Quindi corpo vitreo, retina centrale, che ospita la macula, retina periferica e la papilla ottica, che è la porzione intraoculare del nervo ottico. È importante per scoprire:

  • maculopatie;
  • malattie della retina, come la retinopatia diabetica e la otticopatia ischemica;
  • distacco di vitreo;
  • emorragia vitreale;
  • distacco della retina e degenerazioni retiniche predisponenti;
  • glaucoma.

Cosa succede durante l’esame?

Molto spesso prima dell’esame è necessario dilatare la pupilla con gocce di collirio midriatico. La pupilla inizia a dilatarsi dopo 10-15 minuti e rimane dilatata in modo ottimale per circa un’ora. Il medico nella visita usa l’oftalmoscopio o la lampada a fessura e lenti specifiche necessarie per la messa a fuoco dell’immagine.

Il paziente è seduto davanti al medico con la fronte appoggiata sullo strumento. L’oculista mette una lente davanti all’occhio del paziente o, in alcuni casi, la applica direttamente a contatto con l’occhio. Durante l’esame si usa un gel che si interpone fra occhio e lente a contatto.

È un esame per tutti?

Di solito dura pochi minuti, anche se in alcuni casi i tempi possono allungarsi anche di molto. Può essere fastidioso quando l’oculista deve procedere alla dilatazione della pupilla del paziente. Generalmente dopo un’ora l’effetto scende, ma è meglio avere qualcuno che ci riporti a casa dopo l’esame.

(Visited 402 times, 1 visits today)

Video correlati